Fate/: La guida completa a tutte le serie

La guida definitiva al mondo di Fate/: Come iniziare?

La Fate/ Series è uno dei media franchise più famosi e apprezzati del panorama giapponese e mondiale, creato e gestito dalla software house TYPE-MOON e da Aniplex (Sony), sotto la guida di Kinoko Nasu e la direzione artistica di Takashi Takeuchi. La saga, originata dalla famosissima visual novel Fate/Stay Night, comprende ad oggi un’infinità giochi, spin-off e serie animate, quest’ultime prodotte da numerosi studi d’animazione tra i quali spiccano Ufotable e SHAFT. Il gran numero di opere dovute al successo rendono Fate/ una serie complicata e confusionaria da seguire anche per i fan più accaniti.

Se vi trovate su questo articolo, significa che avete finalmente deciso di iniziare guardando gli anime della serie, magari integrando con qualche gioco, ma vi trovate in difficoltà e non sapete da dove iniziare. Buone notizie, perchè siete arrivati nel posto giusto: la guida è pensata sia per i novizi che desiderano superare questo scoglio iniziale ed addentrarsi nel mondo della serie nel migliore dei modi sia per chi voglia paragonare la sua esperienza con quella da noi proposta. Vi consiglieremo quindi gli ordini ideali per seguire i 3 filoni (route) della serie principale ed i suoi prequel/sequel, ovvero la saga canonica: Fate/Stay Night, e successivamente approfondiremo anche come e quando vedere i numerosi spin-off, special, OAV e film. Ricordiamo infine, che siccome le serie animate sono ancora in corso, troverete in questa guida anche riferimenti su come approcciarsi ai videogiochi originali.

La Saga di Fate/Stay Night

La serie principale dei Fate/ è ovviamente il punto di inizio da noi caldamente consigliato in quanto indispensabile per comprendere qualsiasi opera successiva, spin-off inclusi. L’opera è un ibrido Shonen/Seinen d’azione, drammatico e dai toni dark, diviso in 3 route, ovvero strade alternative (filoni), ciascuna delle quali con esiti e risvolti differenti, che divergono in base alle scelte compiute dai personaggi durante le differenti narrazioni sempre nell’arco delle medesime 2 settimane. In generale, esistono 2 ordini di visione con cui approcciarsi a Fate/Stay Night, uno pensato per chi voglia godersi la serie solamente tramite gli anime e quello originale per chi invece, integrando con romanzi e giocando al videogioco, voglia avere un’esperienza completa al 100%.

Visual Novel e Consigli

Dato che l’ordine animato è ancora in corso e mancano molte parti importanti, sarebbe caldamente consigliato avvicinarsi al mondo di Stay Night anche giocando ai videogiochi ed integrando con gli anime al momento disponibili. Siamo però consapevoli che questa non sia assolutamente un’impresa per novizi, stiamo parlando di più di 70 ore di lettura, perciò chi desidera guardare solo le serie animate non se ne pentirebbe di certo, in quanto sono eccezionali sia dal punto di vista grafico che narrativo, ma deve tenere a mente che Fate/Stay Night NON è un anime completo. Quelli che potrebbero sembrarvi buchi di trama o domande irrisolte, sono in realtà frutto della mancanza di un adattamento integrale, che sta ancora proseguendo. Per chi si sentisse pronto a seguire l’ordine originale, invece, lasciamo in seguito alcuni link di riferimento da dove è possibile scaricare la patch di traduzione, sia inglese che italiana, per il gioco nella sua versione più aggiornata (Réalta Nua); è possibile anche leggere la saga di Stay Night online, ma esclusivamente in inglese e senza il sequel Hollow Ataraxia:

Insieme a questi file, forniamo anche una guida di installazione alle novel e non solo, essa approfondisce ulteriormente tutto il mondo di Fate/, spiegando ogni dettaglio delle varie opere che compongono questo vasto multiverso, incluse quelle ancora non adattate in forma animata come Fate/Strange Fake e Fate/Labyrinth e chiarificando qualsiasi dubbio vi possa mai sorgere prima, dopo e/o durante la visione della serie. Ne è consigliata la lettura per chi ha scelto il secondo ordine proposto. Ricordiamo inoltre, che quelle fornite sono patch traduttive, il gioco vero e proprio è facilmente reperibile sul web a parte.

Andremo ora a parlare ed introdurre i singoli archi narrativi della serie nell’ordine in cui dovrebbero essere approcciati sottolineando, senza spoiler, il collocamento di ciascuna stagione all’interno della timeline. Come riferimento principale prenderemo l’ordine delle serie animate con l’approccio fornito dallo studio Ufotable, che è senza dubbio quello che molti preferiranno.

Fate (Fate/Stay Night 2006 è Sconsigliato!)

Fate/Stay Night Fate conosciuta anche come Fate Route o Saber Route è la primissima storia e stagione con cui si viene a contatto nell’universo della serie. E’ la route essenziale, di default che il videogioco ci spinge a giocare quando lo iniziamo per la prima volta e che ha il compito di introdurci al mondo del franchise. Seguendo il primo ordine, la visione di questa stagione in forma animata, prodotta nel 2006 dallo studio Deen, è interamente opzionale, se non addirittura sconsigliata, in quanto si tratta di un’anime mediocre che non rende per nulla giustizia alla potenza visiva e filosofica di questa saga e che cerca di integrare con un cattivo adattamento altre parti di trama provenienti dalle altre route a causa dell’incertezza che v’era nel 2006 su un continuo della serie, facendo spoiler piuttosto fastidiosi. Per questo motivo sarebbe meglio approcciarsi a questo filone giocando il gioco, oppure evitando la visione di questa stagione  e cominciando da Unlimited Blade Works. La Fate route è comunque la base per tutte le altre route della saga principale ed il fatto che non esista ancora un adattamento fedele danneggia gravemente gli spettatori non volenterosi di giocare anche gli omonimi giochi che faranno una notevole fatica a comprendere gli eventi di Unlimited Blade Works.

La storia segue Shirou Emiya uno studente delle superiori che conduce una vita apparentemente normale nella città di Fuyuki. Rimasto orfano a sei anni a causa di una misteriosa catastrofe che sconvolse la sua città, viene accolto e salvato da Kiritsugu Emiya, che lo cresce come il figlio che non ha mai avuto. Kiritsugu è in realtà un mago, e avvia il ragazzo alle basi delle arti magiche, non volendo però insegnarli molto sia poichè le ritiene un campo molto pericoloso sia perché il giovane, non appartenendo ad una stirpe magica, non dimostra un rilevante talento per la magia. Alla morte del padre adottivo, Shiro eredita ogni sua proprietà, compresa la grande villa di famiglia dove vive da solo, col supporto ormai costante da quasi due anni, della compagna di scuola Sakura e della professoressa Fujimura, insegnante nel suo liceo e amica di famiglia del padre Kiritsugu. La sua vita viene sconvolta nel momento in cui si ritrova coinvolto, dopo aver assistito allo scontro tra due individui dai poteri sovrumani, in un’antica battaglia dove sette maghi combattono ferocemente fra loro in quella che viene chiamata la Guerra del Santo Graal, in cui il premio finale è per l’appunto la leggendaria reliquia, in grado di esaudire qualunque desiderio del mago che ne entra in possesso. Shirou, che possiede pochi rudimenti di magia, si trova del tutto impreparato ad affrontare i suoi avversari, ma a salvarlo appare  Saber, una giovane donna dai capelli biondi che diverrà il suo spirito guardiano (Servant).

Unlimited Blade Works

Fate/Stay Night Unlimited Blade Works è la seconda route della serie originale Fate/Stay Night prodotta dalla Ufotable nel 2014 in 2 stagioni, nonché prima vera serie di approccio a questo franchise per gli spettatori più casual, data la sua ormai consolidata presenza su Netflix. La trama è inizialmente identica a quella originale citata precedentemente ma successivamente l’attenzione si sposta sempre di più su Rin Tohsaka ed il suo servant Archer, veri protagonisti della route e su alcuni avvenimenti che cambiano radicalmente lo scorrere degli eventi. Come detto prima, sarebbe meglio aver per lo meno letto la Fate Route (la route principale) o visto Fate/Stay Night (sconsigliato), per capire al meglio il maggiore impatto dei cambiamenti sugli svolgimenti della trama, poiché essendo una route alternativa non è abbastanza esplicativa su alcuni aspetti per permettere ad uno spettatore ignaro di comprendere a pieno l’intero quadro della trama di Fate/.

Ma inevitabilmente, se non si ha voglia di giocare ai videogiochi e si vuole semplicemente godersi dal proprio divano questo mondo, è questa la serie da cui bisogna cominciare. Alcune cose potrebbero risultare poco chiare o spiegate frettolosamente: vi assicuriamo che non è così, se saprete tenere duro tutti i vostri dubbi saranno assodati durante la visione delle altre serie. Fortunatamente infatti, la Ufotable sta recentemente adattando tutta la terza route, che insieme a Zero, contiene abbastanza informazioni per rendere meno tragica l’assenza della route principale Fate nel quadro principale dell’opera. Nel 2010 lo studio Deen produsse una versione cinematografica della serie di cui sconsigliamo però la visione: dovendo concentrare più di 24 ore di trama in meno di 2 ore, naturalmente, si devono lasciare fuori e tagliare molte parti importanti al costo di un impatto emotivo mediocre. Ciò non avviene nella serie, che risulta invece molto fedele, perciò guardartelo solo se siete curiosi.

 Heaven’s Feel (In corso)

Fate/Stay Night Heaven’s Feel è la terza ed ultima route della serie originale Fate/Stay Night adattata in una trilogia di film sempre da Ufotable.Questa terza strada alternativa ha come eroina principale Sakura Matou e viene approfondito il suo rapporto con i protagonisti delle prime due route: Shirou e Rin. Lo sviluppo degli eventi è molto diverso rispetto alle altre due narrative: tematiche e atmosfere si fanno molto più cupe e oscure e tutta l’opera è pervasa da un senso di irrequietudine e disturbo. L’impronta molto più matura è in linea con l’atmosfera irrequieta di Fate/Zero e Fate/Hollow Ataraxia. Molte scene sono piuttosto cruente e realistiche forse anche più del capitolo prequel ed il conflitto per il santo Graal verrà innalzato ad un livello di disordine ed angoscia senza pari. Probabilmente sarà una delle serie che più influenzeranno la vostra visione sugli anime.

Il primo film: Fate/Stay Night Heaven’s Feel I Presage Flower, sempre della Ufotable, è andato in onda nei cinema giapponesi nel 2017 ed è recentemente approdato su Netflix. Il secondo film, Fate/Stay Night Heaven’s Feel II Lost Butterfly, è da poco uscito nei cinema giapponesi, il 12 gennaio 2019 ed arriverà in Italia il 18 e il 19 giugno. Il capitolo conclusivo della trilogia Fate/Stay Night Heaven’s Feel III Spring Song debutterà invece nella primavera del 2020.

Hollow Ataraxia (Visual Novel)

Fate/Hollow Ataraxia è il sequel ufficiale di Fate/Stay Night, al momento disponibile solo in formato visual novel. Esso si pone come proseguimento di una “route immaginaria” composta da un’unione dei vari elementi che compongono le tre route principali: Fate, Unlimited Blade Works ed Heaven’s Feel. Capitolo conclusivo della saga di Stay Night, è ambientato 6 mesi dopo gli eventi della Quinta Guerra per il Sacro Graal: Inspiegabilmente tutti i Servant sono tornati in vita, legati ai rispettivi Master. Shirou e gli altri personaggi si stanno finalmente godendo la meritata pace ma nuovamente qualcosa di terribile ed oscuro sconvolge la città di Fuyuki. Un’interminabile guerra per il Santo Graal è appena cominciata. Il titolo significa letteralmente “Falsa Tranquillità” o “Tranquillità del Vuoto” da Hollow (vuoto) e dal greco Ataraxia (tranquillità). Non si è ancora certi di un adattamento animato di questo capitolo della serie, ma va fatto notare che la stessa Ufotable durante una conferenza stampa affermò che, qualora le vendite di Fate/Stay Night: Unlimited Blade Works avessero superato le 10000 copie, un adattamento di Hollow Ataraxia sarebbe stato praticamente garantito. Dato che la serie ha avuto molto successo, non ci resta che attendere e sperare che tengano fede alla loro promessa, nel frattempo la patch di traduzione per il gioco è scaricabile nei link sovracitati. 

Zero (Prequel)

Fate/Zero, è una serie di light novel scritte da Gen Urobuchi ed illustrate da Takashi Takeuchi che nel 2011 dalla Ufotable ottiene un adattamento anime in 2 stagioni. Essendo a tutti gli effetti un prequel contenente alcuni spoiler e indizi su alcuni degli eventi successivi più sconvolgenti ed interessanti della serie, la visione è, in entrambi gli ordini proposti, consigliata almeno al termine delle route principali di Fate/Stay Night. Chi abbia intenzione di seguire la serie solamente per via animata, potrà benissimo vederlo dopo il secondo film della trilogia di Heaven’s Feel, senza alterare la sua esperienza. Anzi, forse aumentando il suo hype verso il terzo film della trilogia di Heaven’s Feel: Spring Song, in uscita nel 2020, grazie al particolare finale della serie, simultaneamente legato ad Hollow Ataraxia.

Fate/Zero è il prequel cronologico della saga e narra gli avvenimenti occorsi durante la Quarta Guerra per il Sacro Graal nella città di Fuyuki, Giappone, intorno agli anni ’90. In questa guerra, sette maghi chiamati Master sono accompagnati da sette spiriti eroici del passato: i Servant. L’unico scopo della guerra è contendersi il Sacro Graal, un artefatto che si dice essere in grado di esaudire qualsiasi desiderio. Gli Einzbern, casata in guerra da secoli con le famiglie Matō e Tohsaka, desiderano a tutti i costi impadronirsi del Sacro Graal; decidono quindi di arruolare l’odiato magus killer, Kiritsugu Emiya, nonostante la sua consolidata reputazione di assassino e mercenario spietato. Tuttavia il protagonista si trova profondamente diviso fra l’amore che prova per la sua nuova famiglia e ciò che è necessario fare, abbandonati i suoi ideali, per ottenere il Sacro Graal. La trama si sviluppa attraverso cruenti combattimenti così come introspezioni, colpi di scena e rivelazioni, giungendo infine a riallacciarsi nel finale con l’inizio di Fate/Stay Night.

Fate/: Spin Off

Terminata la serie principale rimangono ancora una grande quantità di serie ambientate nell’universo di Fate/ da esplorare. Gli spin-off e gli special hanno trame completamente differenti da Fate/Stay Night, sono ambientati in universi alternativi e riprendono solamente certi personaggi all’interno di ciascuna storia, perciò guardarne prima uno piuttosto che un altro non dovrebbe fare alcuna differenza. Come al solito però, vi proponiamo un ordine di visione che secondo noi può rendervi ancora più gradevole la visione delle stagioni extra della serie, soprattutto perché sono spesso di tematiche e generi molto differenti.

Fate/Kaleid Liner Prisma Illya (In corso)

Fate/Kaleid Liner Prisma Illya è uno spin-off dell’universo della visual novel Fate/Stay Night tratto dal manga di Hiroshi Hiroyama (anche conosciuto come KALMIA), che fu serializzato sulla rivista Comp Ace della Kadokawa Shoten dal 2007 al 2008. L’anime è un Majokko (letteralmente ragazza magica, tipo Sailor Moon per intenderci) Seinen con toni a tratti da commedia ed a tratti seriosi, prodotto dalla Silver Link, che vede come protagonista della serie la giovane Illyasviel von Einzbern. Come tutti gli spin-off, è ambientato in un universo alternativo rispetto alla serie principale. Illyasviel von Einzbern detta Illya, è una normale studentessa delle scuole medie che un giorno diventa una ragazza magica, dopo essere stata inaspettatamente scelta da Magical Ruby, una bacchetta parlante, che la ritiene più adatta al ruolo della sua precedente “padrona”, Tohsaka Rin. La serializzazione dell’ anime è composta attualmente da 4 stagioni che si susseguono in ordine cronologico:

  1. Fate/Kaleid Liner Prisma Illya, 
  2. Fate/Kaleid Liner Prisma Illya 2wei
  3. Fate/Kaleid Liner Prisma Illya 2wei Herz 
  4. Fate/Kaleid Liner Prisma Illya 3rei.

Nelle prime 2 stagioni sono stati inseriti un OAV a testa, mentre nel 2017 viene realizzato un film: Fate/Kaleid Liner Prisma☆Illya Movie: Sekka no Chikai collocabile al termine delle vicende della quarta stagione. Qui si parlerà di come Shirou abbia incontrato Miyu e del loro rapporto. E’ una serie leggera, completamente diversa dalle altre ma tuttavia interessante che consigliamo di vedere per prima al termine della visione della serie principale, al fine di smorzare la serietà e la tensione, soprattutto se si proviene da Heaven’s Feel. E’ bene far notare che si tratta comunque di un seinen e che non mancheranno quindi momenti estremamente seri.

Fate/Apocrypha

Fate/Apocrypha è una serie spin-off dell’universo di Fate/ tratta dall’omonima light novel (romanzo) scritta da Yuichiro Higashide e illustrata da Ototsugu Konoe, serializzata in una sola stagione da 25 episodi dalla A-1 pictures. Le vicende dell’opera si sviluppano in un universo alternativo alla serie principale di Fate/Stay Night, dove gli Einzbern non hanno mai evocato Angra Mainyu e come tale non hanno mai corrotto il Graal, modificando le cronache della terza guerra. Gli Yggdmillennia, una famiglia di magi, dichiarano apertamente il loro distacco dall’Associazione dei Magi e dichiarano la possessione del Graal. Furiosa, l’associazione invia le sue forze a combattere la famiglia, ma vengono sconfitte dai servant evocati da quest’ultima. Il sistema della guerra del Graal subisce così un cambiamento radicale, configurandosi come un confronto tra due squadre di sette servant. Per un evento di questa portata, lo stesso Graal richiama il suo Servitore, il sacro Ruler, per osservare il conflitto. Questo segna l’inizio della Grande Guerra per il Sacro Graal.

 Fate/Extra Last Encore 

Fate/Extra Last Encore è una serie animata prodotta dallo studio SHAFT e andata in onda il 27 Gennaio 2018, basata sulla serie di videogiochi Fate/Extra, a loro volta spin-off ambientati in universi paralleli della visual novel originale Fate/Stay Night. la storia è incentrata su Hakuno un ragazzo svegliatosi in uno strano mondo virtuale senza alcun ricordo del passato. Hakuno si trova costretto a lottare per la sopravvivenza in una guerra che non capisce, allo scopo di ottenere un premio a cui non attribuisce alcun valore: esprimere un desiderio. Con solo un enigmatico “Servant” al suo fianco, Hakuno Kishinami dovrà affrontare sia amici che nemici in battaglie mortali al fine di ottenere il possesso di un oggetto misterioso noto come il Santo Graal.

Fate/Grand Order (2019)

Fate/Grand Order è una serie di serie spin-off e special animati derivata dall’omonimo gioco per cellulare. Il primo lungometraggio della serie First Order è uno special di 74 minuti targato Lay-duce, e realizzato nel 31 Dicembre 2016. La storia è ambientata in un ulteriore universo alternativo dei Fate/ nell’anno 2015, in un mondo dov’è stata allestita l’organizzazione di sicurezza Chaldea che garantisce la sopravvivenza dell’umanità. Grazie agli sforzi dei ricercatori, l’umanità è riuscita a garantirsi la sopravvivenza per circa cento anni ma, all’improvviso, il futuro che Chaldea osservava sparisce, sancendo l’estinzione del genere umano entro il 2017. La causa apparente dell’estinzione si sarebbe scatenata nella città di Fuyuki durante l’anno 2004: per indagare, scoprire e possibilmente distruggere la singolarità che avrebbe causato l’estinzione del genere umano, Chaldea allestisce una spedizione, chiamata Grand Order, che sarebbe tornata indietro nel tempo a quell’anno.

L’evento “Fate/Grand Order Guest Talk Stage” tenuto ogni anno nel quartiere di Akihabara, nella capitale nipponica, ha regalato per il capodanno 2017, due nuovi cortometraggi dedicati al gioco di Fate/Grand Order. Il primo dei due cortometraggi anime è intitolato Fate/Grand Order x Himuro no Tenchi ~7-nin no Saikyō Ijin-Hen, ed è ispirato al manga Himuro no Tenchi Fate/School Life di Eiichirou Mashin. Questo ulteriore speciale Racconta le vicende di tre ragazze Kaede Makidera, Kane Himuro, e Yukika Saegusa alla Homurahara Accademy. Il secondo cortometraggio è intitolato Fate/Grand Order Moonlight/Lostroom e riguarda una “Lost Room”(stanza perduta), in cui è possibile trovare ciò che è stato perduto. Durante l’evento tenutosi nel 2018 invece, è stata annunciata una nuova serie animata Fate/Grand Order: Absolute Demonic Front – Babylonia, prodotta da Cloverworks per il 2019, che presumibilmente dovrebbe riprendere e continuare la narrazione degli eventi del film originale, First Order.

Lord El Melloi II Case Files (Luglio 2019)

In arrivo…

Fate/: Special e OAV

Tra una serie spin-off e l’altra, oppure al termine della visione delle stesse, si possono per completezza vedere anche le simpatiche serie special che arricchiscono l’universo del franchise. Le serie non sono per nulla collegate ed arrivati a questo punto, se avete seguito l’ordine da noi consigliato sopra, possono essere viste in qualsiasi modo.

Fate/Prototype

Fate/Prototype è un OAV di 12 minuti prodotto dallo studio Lerche e diretto la Seiji Kishi. Esso è una specie “trailer” mostrante, con scene sconnesse tra loro, il “prototipo” della trama di ciò che sarebbe diventato la visual novel Fate/Stay Night. La storia di Fate/Prototype inizia dopo otto anni dalla precedente guerra per il Graal, intorno al 1999. Protagonista principale è Ayaka Sajyou, ultimo membro in vita della sua famiglia; la giovane tenta di condurre una vita tranquilla senza relazioni con il passato o la Guerra in corso ma il suo destino è segnato, difatti ,la notte dell’ottavo anniversario della morte della sua famiglia, Ayaka viene inseguita da un misterioso uomo e sinistre creature ma quando sembra tutto perduto emerge in suo soccorso colui che sarà il suo servant, Saber. Tale evento darà inizio alla seconda guerra del santo Graal di Tokyo.

Carnival Phantasm

Carnival Phantasm è una serie di OAV prodotta dallo studio Lerche ed ispirata al manga Take-Moon di Eri Takenashi. Ambientata nell’universo immaginario di TYPE-MOON, essa riprende personaggi e situazioni dalle celebri opere della casa di produzione: Tsukihime e Fate/Stay Night. La serie, di genere parodico-demenziale, è stata animata per festeggiare i dieci anni di attività della compagnia.

Emiya-san Chi no Kyou no Gohan

Emiya-san Chi no Kyou no Gohan noto anche come Today’s Menu For Emiya Family (Il menù di oggi per la famiglia Emiya), è una serie animata parodistica basata sul manga illustrato da TAa sotto la supervisione della TYPE-MOON, facente parte del media franchise della visual novel di Fate/Stay Night. E’ stata prodotta dallo studio che si occupa della serie principale, la Ufotable, ed è stata annunciata il 31 dicembre 2017 durante il Fate Project Ōmisoka TV Special 2017 con il primo episodio in uscita subito dopo sul canale streaming Abema TV, portale che ha ospitato tutti gli nuovi episodi, ognuno in uscita il primo di ogni mese per tutto il 2018. La serie segue le vicende del protagonista di Stay Night Shirou Emiya mentre si cimenta, nella cucina di residenza Emiya, nel preparare pietanze tipiche della cucina giapponese. I restanti personaggi delle serie Fate/ faranno abitualmente la loro comparsa per godere dei suoi risultati.

Conclusioni

Se siete giunti alla fine di questo muro di testo, speriamo se non altro che non siate troppo sfiniti per incominciare a guardare effettivamente la serie. Abbiamo cercato di spiegarvi al meglio ogni opera di questa vastissima serie, per lo meno per quelle disponibili in forma animata, e di consigliarvi una serie di ordini di visione ottimali per godersela a pieno in tutte le sue sfaccettature. Non ci resta che sperare di essere stati abbastanza chiari ed augurarvi una buona visione!

Articolo di Raoul89, Philipxander, Suzuya 

Si ringraziano Patriluce, Gilgamesh, il Team Riffour e tutta la community di Anime Legacy

AGGIORNAMENTI: Completata la guida alle novel.

Continuate a seguirci per rimanere informati su tutte le novità!

 


CATEGORIES

COMMENTS

Wordpress (1)
  • comment-avatar
    Vyres 10 mesi

    Articolo esaudiente… Unica pecca, mi avete spoilerato un casino di roba senza neanche avvertirmi. Mannaggia a voi…