Boruto: Naruto Next Generation – Intervista a Ikemoto per il lancio di MangaPlus

Per il lancio dell’applicazione MangaPlus, il sito di Shueisha ha pubblicato un’ intervista con il mangaka Mikio Ikemoto, disegnatore del manga di BORUTO. Qui di seguito vi riportiamo l’intervista.

Tutto è iniziato con “BORUTO: NARUTO THE MOVIE ”

Intervistatore: Prima di tutto, ci spieghi per piacere come “BORUTO: NARUTO NEXT GENERATIONS” sia diventata una serie.

Ikemoto: Boruto, insieme a Sarada e altri personaggi, ha fatto la sua prima apparizione in “BORUTO: NARUTO THE MOVIE”, l’ultima puntata teatrale della serie NARUTO. Dato che il film aveva inserito un bel numero di personggi intriganti, molti fan chiesero che si potesse vedere un sequel.
Comunque, Il Sig. Kishimoto non era intenzionato a scrivere altre storie su Boruto e i suoi amici, quindi a proposto a me di creare il sequel.

Intervistatore: Finora, qual è la scena più importante per te nella serie?

Ikemoto: La scena era già presente nel film. C’è una scena nel 9 capitolo dove Boruto crea un Rasengan gigantesco insieme a Naruto. Ero in sincronia con Boruto mentre la stavo disegnando, era come se avessi sentito tutto il peso della serie NARUTO e della sua storia.

Intervistatore: Sei sempre attaccato emotivamente ai personaggi mentre li disegni?

Ikemoto: Beh, penso di si. Per la maggior parte del tempo, sono strettamente legato a ogni personaggio quando lo sto disegnando. In questo senso, è più facile per me empatizzare con Sarada, Kawaki e altri personaggi principali oltre al protagonista, perché le azioni di Boruto sono abbastanza predeterminate, ci sono certe restrizioni nella sua gestione. Con gli altri personaggi invece ho molta più libertà, quindi sono più facili da gestire.

Character design e ispirazione

Intervistatore: I costumi e gl’altri design in NARUTO e BORUTO sono abbastanza unici. Da dove prendi l’ispirazione per i design dei personaggi?

Ikemoto: Per ogni personaggio, il ruolo e la personalità sono al primo posto, e faccio uno schizzo basato sulle mie impressioni personali. Poi, controllo altri personaggi esistenti in NARUTO per evitare farne uno uguale. Introduco nuovi personaggi solo se so che non ci saranno problemi di duplicazione.

Intervistatore: Significa che semplicemente visualizzi la tua impressione del character design invece di fare riferimento a fonti specifiche?

Ikemoto: Si. I miei character design riflettono direttamente le mie sensazioni. Quando ero assistente per NARUTO , Il Sig. Kishimoto mi chiese di creare dei design per dei personaggi. Quindi, penso di essermi allenato abbastanza ed aver esperienza per creare nuove personaggi per la serie.

Intervistatore: C’è qualche particolare zona nel disegno e nel design dove fai più attenzione?

Ikemoto: Cerco sempre di evitare di disegnare qualcosa di troppo originale per allineare il mio stile con gli originali NARUTO e BORUTO. Il sig. Kishimoto spesso mi diceva di fare gli occhi e le bocche larghe dato che occhi e bocche più piccole lasciano i personaggi senza spirito. Inoltre, sto attento quando devo mostrare Boruto interagire con altri personaggi, dato che spesso tendono a influenzare il mio stile. Per esempio, quando Boruto interagisce con Tento, un personaggio introdotto nel 11° capitolo, ci sono molte scene dove Boruto mostra emozioni infantili e i disegni diventano leggermente infantili a loro volta. Dopo che Kawaki è stato intodotto nella storia, Boruto è iniziato a sembrare più cresciuto ogni tanto, perché Boruto diventa visibilmente ribelle in presenza di Kawaki. Sono le fluttuazioni nelle mie espressioni quello con cui dovrò scontrarmi in futuro.

I fan oltreoceano

Intervistatore: Hai mai conosciuto un fan fuori dal Giappone?

Ikemoto: L’anno scorso, Ho avuto l’opportunità di interagire con dei fan al Lucca Comics & Games in Italia. é stato un evento segnante, e dato che l’ammissione era determinata dalla lotteria, molti fan non sono riusciti ad entrare nel locale. C’era un ragazzino tra quei sfortunati fan, scoppiò a piangere e disse, “Perché non possiamo entrare?!” Ero molto dispiaciuto per lui ma allo stesso tempo onorato, sapendo che esiste qualcuno che ami BORUTO con così tanta passione. Poi, dopo un’intervista in una grande sala per eventi, un gruppo di fan si è avvicinato a me e ha detto, “C’è qualcosa che vogliamo regalarti.” Era un’illustrazione di letteralmente tutti i personaggi BORUTO che erano apparsi nella serie fino a quel momento. Anche quello ancora senza nome ne faceva parte, disegnato nell’angolino. C’era un livello di entusiasmo che non avevo mai visto. Ero profondamente commosso e mi sentivo sinceramente grato.

Intervistatore: Ci sono dei punti salienti in BORUTO che vorresti particolarmente raccomandare ai fan oltreoceano?

Ikemoto: Per quanto riguarda lo sviluppo futuro della storia, ruoterà attorno a Kawaki, quindi non voglio che i fan lo perdano. Voglio che vedano come si svilupperà la chimica tra Kawaki e Boruto e come si collega alla scena iniziale del primo capitolo. Inoltre, la mia pennellata in BORUTO è leggermente più realistica di quella in NARUTO, quindi potreste godere di una rappresentazione un po ‘più intensa di personaggi, edifici di sfondo e scenari.

Il completamento della serie

Intervistatore: Hai qualche obiettivo prefissato nella gestione delle serie BORUTO in futuro?

Ikemoto: La mia massima priorità è completare l’intera storia di BORUTO. Detto questo, non voglio che la storia si espanda troppo. Dato che la serie originale di NARUTO ha già 72 volumi, spero di completare la storia entro 30 volumi per mantenere l’intera saga in un centinaio di volumi.

Intervistatore: Infine, puoi offrire un messaggio ai lettori di questo articolo?

Ikemoto: Puoi leggere molti manga gratis su MANGA PLUS. Se ti piace BORUTO ti preghiamo di prendere in considerazione anche la versione stampata!

Boruto: Naruto Next Generations è un manga scritto da Ukyo Kodachi e disegnato da Mikio Ikemoto con la supervisione di Masashi Kishimoto. Esso costituisce uno spin-off e un sequel di Naruto, dello stesso Kishimoto. L’opera è pubblicata in Giappone sulle pagine di “Weekly Shonen Jump” a cadenza mensile da maggio 2016. Viene pubblicato in Italia dalla Panini Comics da Ottobre 2017. Un adattamento anime, prodotto da Pierrot, ha iniziato la trasmissione televisiva in Giappone su TV Tokyo il 5 aprile 2017.

 

Continuate a seguirci per rimanere informati su tutte le novità!


CATEGORIES

COMMENTS

Wordpress (0)