One Piece: Enma (Analisi capitolo 955)

Un secondo atto di 30 capitoli, una quantità pari all’intero arco narrativo di Marineford. Con il capitolo 955 siamo finalmente approdati al giorno del Festival del Fuoco, una grande guerra ormai è alle porte!

Riassunto

Il capitolo 955 si apre con la decisione di Hiyori di non voler far ritorno ad Amigasa e di rimanere a Ringo. Tutti al villaggio sono scioccati da questa notizia ed allo stesso tempo felici nel sapere che la principessa Hiyori è ancora in vita. Il clima allegro viene spezzato da Hitetsu che, dopo aver ripreso da Kikunojo la Nidai Kitestu, mostra ai presenti le due spade di Oden. Esse sono la AmenoHabakiri, destinata a Momonosuke che momentaneamente la rifiuta, e la Enma, destinata a Hiyori e data a Zoro. Lo spadaccino prova subito ad utilizzare la sua nuova spada per tagliare un albero ma finisce per affettare l’intera scogliera. Hitetsu spiega che la Enma manifesta l’Haki (Ryuo) di chi la brandisce contro la sua volontà, privandolo delle forze (che se debole rischia persino la vita) e tagliando più del dovuto. Vedendo la scena, il fabbro gli chiede se preferisce una spada diversa, ma Zoro in tutta risposta dice che preferisce imparare a domare la spada per diventare cosi più forte. Nel suo allenamento parlerà nuovamente con Momonosuke, che gli dirà che gli è stato proibito di pronunciare nuovamente “Snatch“. Zoro afferma che era un vecchietto del suo villaggio che la diceva, aggiungendo  inoltre che lui non l’ha mai utilizzata. Robin informa tutti sulla situazione attuale: le forze dei Pirati delle Bestie ammontano a 20.000 uomini e quelle di Orochi a 10.000. L’alleanza potrà contare solo su 4000 unità, che poi verranno potenziate da ulteriori 200 elementi, reclutati dai capi Yakuza delle varie regioni di Wano. I giorni passano, la riparazione delle navi prosegue con Franky intenzionato a realizzarne per portare fino a 100.000 uomini. Ad Udon proseguono gli allenamenti di Luffy, che è sempre più vicino a perfezionare il suo Haki dellarmatura avanzato. Il giorno prima del Festival del Fuoco il pirata dal Cappello di Paglia fa ritorno ad Amigasa, riportando Tama da Hitestu. Luffy e Kinemon si accordano per incontrarsi al porto previsto il giorno dopo e si salutano. Per i sette foderi, infatti, è il tempo di partire, in direzione porto Tokage. Nonostante la voce sulla nuova rivolta guidata dai Kozuki inizi a diffondersi, gli abitanti di Wano costretti a lavorare nelle fabbriche di Orochi non sono così fiduciosi. Un vecchietto, sul punto di svenire, afferma che in un paese isolazionista come questo non arriverà mai qualcuno dal mondo esterno che sfiderà Kaido. Intanto, OToko, Robin ed i Visoni si ritirano alle tombe di Yasuie e Pedro, affermando che costruiranno delle tombe più imponenti e grandiose, una volta che il paese di Wano sarà stato liberato. Per Luffy e Zoro, però, non è il tempo di tirare il fiato. Come Luffy continua i suoi allenamenti ad Udon, pure Zoro continua i suoi con la Enma. Ad assisterlo è Hitetsu, il quale gli dice prima che, proprio come la Sandai Kitetsu, la Enma non può essere brandita dai deboli, e che sia la spada di Oden che la Wado Ichimonji furono realizzate dallo stesso fabbro, Shimotsuki Kozaburo, che lasciò illegalmente il paese più di 50 anni fa. Inoltre aggiunge che la Enma non è ancora diventata una lama nera (Kokuto) e che, se lo diventasse, potrebbe acquisire un grado superiore. Il capitolo si chiude con un rapporto che informa lo shogun che le notizie sulla caduta di Udon erano false. Orochi però è riuscito a mettere anche le mani sul messaggio che illustra il nuovo luogo dincontro dell’alleanza e sulla posizione di Hiyori. Il sipario sul secondo atto si è chiuso, ormai siamo al giorno del Festival!

Analisi

Koshiro, Kozaburo e la famiglia Shimotsuki

Sin dall’uscita degli spoiler del capitolo, diverse persone avevano iniziato ad ipotizzare che Koshiro, ovvero il maestro di Zoro, potesse essere il fabbro menzionato da Hitetsu in questo capitolo, Shimotsuki Kozaburo, che forgiò la Wado Ichimonji e la Enma. Questa teoria, però, crolla se si vanno a confrontare le informazioni estrapolate dal capitolo con letà del personaggio in questione, in quanto Koshiro attualmente ha 51 anni. Un collegamento tra i due non è comunque da escludere, perché sembra proprio esserci. Kozaburo è fuggito illegalmente da Wano-kuni più 50 anni fa e noi sappiamo, dalle SBS del Volume 92, che una certa nave da Wano-kuni approdò nel Mare Orientale ed una persona a bordo è parente di una persona che noi tutti conosciamo. Già nell’analisi del capitolo 939 era stato ipotizzato come Koshiro potesse essere un abitante di Wano, per via della tecnica che egli insegnò a Zoro. Se aggiungiamo che la figlia di Koshiro, Kuina, possedeva proprio la Wado Ichimonji e che il simbolo presente sul kimono di Koshiro è identico a quello presente sui kimono dei guerrieri di Hakumai (zona sotto il comando della famiglia Shimotsuki), un collegamento tra Koshiro e Kozaburo sembra essere servito su un piatto dargento. Se tutto ciò non fosse abbastanza, Zoro dice che la parola “Snatch” (usata dai samurai di Wano) era solito usarla un vecchietto del suo villaggio. Che il vecchietto, a questo punto, sia proprio Kozaburo? La teoria è presto fatta: più di 50 anni fa a bordo della nave che dal paese di Wano approdò nel Mare Orientale era presente Shimotsuki Kozaburo. Suo figlio, Koshiro, più avanti fondò il dojo del villaggio Shimotsuki secondo le tradizioni di Wano insegnategli da suo padre e donò la spada forgiata da suo padre, la Wado Ichimoji, a sua figlia Kuina.

Nuovi aggiornamenti sulla spia

Mentre sul web continua a spopolare la teoria “Carrot spia di Kaido”, il probabile infiltrato/a continua a rivelare informazioni fondamentali ad Orochi. Questa volta si tratta del cambio del luogo di ritrovo. Oltre a questo, lo Shogun è persino venuto a sapere della posizione di Hiyori, anche se non troppo specifica. Probabilmente si tratta quindi di qualcuno che sa di Hiyori, qualcuno presente al ritorno di Zoro da Ringo. Al contrario, la vignetta raffigurante Law sembra lasciar intendere che questa spia possa essere lui ma, sinceramente, è dura pensare che possa aver tradito la Ciurma di Cappello di Paglia, che tanto ha fatto per lui e per la sua ciurma.

Conclusioni

L’atto 3 finalmente è alle porte. È molto probabile che settimana prossima vedremo un cambio di scena, come successe per la fine del primo atto. Il tema più probabile è indubbiamente il Reverie ma, siccome nella transizione tra il primo ed il secondo atto apparve Teach, anche un focus su un altro imperatore, che sia un flashback sul passato di Kaido o sui trascorsi con Big Mom ed i Rox o qualche vignetta decidata a Shanks, non è da escludere a priori.

 

One Piece (ワンピース) è un manga scritto e disegnato da Eiichiro Oda che dal 19 luglio 1997 compare settimanalmente sulla rivista giapponese Weekly Shonen Jump. L’edizione italiana è curata dalla Star Comics, che ha cominciato a pubblicarlo nel nostro paese dal 1^ luglio 2001. Dal 20 ottobre del 1999, il manga è stato adattato in una serie televisiva anime, prodotta dalla Toei Animation e trasmessa ancora oggi in Giappone su Fuji Tv, l’edizione italiana è edita da Merak Film ed è andata in onda su Italia 1 dal 5 novembre 2001 per poi continuare su Italia 2 nel 2012; inizialmente intitolata “All’arrembaggio!”, la serie ha avuto diversi cambi di denominazione nel corso delle stagioni, fino ad assestarsi sull’originale One Piece.

Continuate a seguirci per rimanere informati su tutte le novità!


CATEGORIES

COMMENTS

Wordpress (0)