One Piece: Specie ancestrali (Analisi capitolo 998)

Risolutivo, questo probabilmente è l’aggettivo più adatto a descrivere Oda in questo 998. Le probabilità di trovarci di fronte alla fine del terzo atto ora sono più alte che mai e potremmo essere di fronte ad un flashback incentrato su Yamato ed Ace. Prima di lasciarci alle più totali illazioni, concentriamoci su ciò che abbiamo visto nel capitolo di questa settimana!

Riassunto

Il capitolo inizia mostrandoci i pirati delle Bestie scioccati al solo pensiero che Kaido stia facendo fluttuare Onigashima. La loro attenzione, però, viene subito catturata dall’arrivo di Marco “la Fenice”, che sta interagendo con l’alleanza. Senza perdere tempo, Marco usa le sue fiamme su Chopper e su tutto il piano del palcoscenico per fermare la diffusione del virus. Grazie al suo intervento, Chopper avrà il tempo necessario per preparare gli anticorpi, aiutato da Tristan e Miyagi e protetto dalla Yakuza. Improvvisamente Apoo si rialza, intenzionato a riprendere la fiala dal dottore della ciurma di Cappello di Paglia, ma viene fermato prontamente da Drake, trasformato in Allosauro, che lo afferra e lo scaraventa via. L’ex sottoposto di Kaido afferma che rimarrà anche lui a protezione del piano. Nel frattempo, Jinbe e Luffy stanno combattendo vari nemici al quarto piano. L’Uomo-Pesce, avendo percepito un nemico forte, decide per rimanere ad occuparsene, dicendo al suo capitano di proseguire. Oda ci mostra poi, tramite doppie pagine in sequenza, i vari fronti aperti della guerra di Onigashima. Il primo è lo scontro tra la divisione armata di Sasaki e il Generale Franky, durante il quale il Tobiroppo si trasforma in Triceratopo per combattere il cyborg. Subito dopo vediamo Sanji intento a scappare da Black Maria e dalle sue cortigiane, non volendo affrontare delle donne in un combattimento. La scena torna poi su Jinbe, che ha raggiunto il luogo in cui si trova Whos Who. Il sottoposto di Kaido, trasformato in una tigre dai denti a sciabola, parla di un loro incontro, che risale a quando Jinbe era ancora un flottaro. Infine, fanno la loro comparsa anche Ulti e Page One. I due si sono liberati facilmente di Hihimaru e si sono nuovamente messi sulle tracce di Nami ed Usopp. Il capitolo termina con Yamato e Momonosuke, nascosti in uno dei magazzini di Onigashima. Al suo interno è presente anche la statua di un drago, che attira la curiosità di Momonosuke. Yamato rivela che un suo amico, venuto sull’isola qualche anno fa per uccidere Kaido, la distrusse. Nella vignetta finale, appare la silhouette di Ace circondata dalle fiamme.

Analisi

Zoan Ancestrali

Esattamente 20 capitoli dopo la loro presentazione, Oda-sensei ci ha presentato i frutti di ogni Tobiroppo e, come da programma, sono tutti Zoan ancestrali. Analizziamo uno alla volta gli animali scelti da Oda e le loro rappresentazioni!

Sasaki, Ryu Ryu modello Triceratopo

Il primo Tobiroppo a mostrarsi in forma animale è Sasaki, che ha ingerito il frutto Zoan ancestrale del Triceratopo. La correlazione al pattern della sua divisione armata è immediata, visto il collare osseo protettivo distintivo dell’animale. Curiosa la scelta di lasciare al Triceratopo gli stessi denti di Sasaki invariati, nonostante la dentatura reale dell’animale sia completamente diversa.

Black Maria, Kumo Kumo modello Rosamygale grauvogeli

Il secondo frutto presentato nel capitolo è quello di Black Maria, che è stato fulcro di diverse critiche da parte dei lettori. L’animale scelto da Oda è il Rosamygale Grauvogeli, il più antico ragno dell’ordine dei Migalomorfi, risalente al periodo Triassico. La forma ibrida però è molto bizzarra, infatti abbiamo una netta separazione tra la parte superiore del corpo umana e la parte inferiore del corpo animale, che ha persino occhi e bocca propri, quasi come fosse un frutto SMILE. Come evidenziato da Artur, questa potrebbe essere una citazione alla Jorogumo, uno Yokai del folklore giapponese. Questo spirito è un ragno capace di prendere le sembianze di una donna, che inganna le proprie vittime seducendole e le intrappola in delle grosse e spesse ragnatele, per poi mangiarle. Non a caso Oda ha scelto Sanji come bersaglio della donna, infatti le prede predilette della Jorogumo sono i giovani uomini. È sufficiente questo riferimento culturale per passare sopra a questa rottura dello schema della ibrida? Probabilmente sì, visto che persino il ViceAmmiraglio Onigumo (che con tutta probabilità ha un frutto Zoan Kumo Kumo) ha una forma ibrida molto particolare, dove sembrano essere presenti solo le zampe di ragno.

Who’s Who, Neko Neko modello Tigre dai denti a sciabola

Il ciclo delle presentazioni dei nuovi frutti lo chiude quello di Whos Who. Questo frutto segue perfettamente il pattern della ciurma del possessore, quello dei felini, tuttavia a mio parere gioca un po’ a suo sfavore la struttura fisica della forma animale, che non trasmette la minacciosità di una tigre dai denti a sciabola. Allo stesso tempo, sono abbastanza convinto che sia principalmente un difetto dovuto della maschera che indossa, che non ci permette una visione chiara del suo muso. Eventuali sentenze definitive sono rimandate al momento in cui Jinbe gli toglierà la maschera!

Ace a Onigashima

La figura di Ace torna nuovamente nella terra dei samurai, accompagnata da quello che sembrerebbe essere un flashback. Stando alle parole di Yamato, Ace è andato a Onigashima proprio per uccidere suo padre, Kaido. Il motivo è facilmente intuibile: sappiamo che il ragazzo ha visto con i propri occhi la desolazione del villaggio di Amigasa e della regione di Kuri e soprattutto la sofferenza della sua amica Tama. Ace è come Luffy sotto questo punto di vista, è impulsivo e sarebbe disposto a tutto per proteggere amici e compagni, indipendentemente dalla minaccia che dovrebbe fronteggiare per farlo.

Allo stesso tempo, è altamente improbabile che lui e Kaido abbiano combattuto, o quantomeno che la lotta si sia protratta nel tempo, dal momento che Ace avrebbe sicuramente avuto la peggio. Personalmente, penso che sia stato frenato da qualcosa, arrivando a sfogare la propria rabbia sulla statua del drago.

Terzo atto, arriva il sipario?

Guardando il contenuto effettivo di questo capitolo, certamente non è sicuramente dei migliori. Facendo un paragone, la lettura del capitolo ha fatto riemergere la stessa sensazione provata dopo il capitolo 952, quando Oda risolse in fretta e furia vari scenari aperti anche da pochi capitoli per concentrare meglio il focus di fine atto sui movimenti dell’alleanza. La spiegazione dietro a questo 998 potrebbe non essere diversa: ci stiamo avvicinando alla fine di questo atto. Diciamocelo, in sé il capitolo è servito solamente a fare il punto della situazione sui fronti più accesi di Onigashima, che riguardano principalmente gli scontri della Ciurma di Cappello di Paglia. Quello che lascia un po’ interdetti è il finale, che sembra preannunciare un flashback di Ace proprio a ridosso dei capitoli 999 e 1000.

Conclusioni

-2 al capitolo 1000, ormai ci siamo. Nonostante il 998 non sia stato un capitolo sensazionale, molto probabilmente le cose cambieranno già dalla prossima settimana, quando ci ritroveremo immersi nei festeggiamenti del capitolo 1000. Infatti, la prossima edizione di Weekly Shonen Jump avrà la copertina dedicata a One Piece e conterrà la prima metà di un pagina a colori che si completerà con quella che verrà pubblicata nell’edizione 5-6 della rivista, dando vita alla più grande color spread mai realizzato da WSJ. Le parole che riporta non hanno bisogno di commenti, “Legend never ends“.

 

One Piece (ワンピース) è un manga scritto e disegnato da Eiichiro Oda che dal 19 luglio 1997 compare settimanalmente sulla rivista giapponese Weekly Shonen Jump. L’edizione italiana è curata dalla Star Comics, che ha cominciato a pubblicarlo nel nostro paese dal 1^ luglio 2001. Dal 20 ottobre del 1999, il manga è stato adattato in una serie televisiva anime, prodotta dalla Toei Animation e trasmessa ancora oggi in Giappone su Fuji Tv, l’edizione italiana è edita da Merak Film ed è andata in onda su Italia 1 dal 5 novembre 2001 per poi continuare su Italia 2 nel 2012; inizialmente intitolata “All’arrembaggio!”, la serie ha avuto diversi cambi di denominazione nel corso delle stagioni, fino ad assestarsi sull’originale One Piece.

Continuate a seguirci per rimanere informati su tutte le novità!


CATEGORIES

COMMENTS

Wordpress (0)