One Piece: Il codice d’onore dei fagioli rossi (Analisi capitolo 1011)

Ad ogni capitolo, Big Mom si riconferma come una mina vagante e come un personaggio ambiguo. La sua gestione è sempre oggetto di critica e discussioni ma, in questo capitolo, le sue azioni si mantengono coerenti?

Riassunto

One Piece Chapter 1011 O-Tama Nami Usopp Onigashim

Il capitolo si apre con Kidd e Killer. I due rimangono stupiti nel vedere che Big Mom ha creato un sostituto di Zeus, decidendo di ritirarsi per attirarla in un altro luogo. L’imperatrice testa i poteri del suo nuovo homie, chiamata Hera, con la quale distrugge parte del castello. Nel frattempo, lo scontro tra Luffy e Kaido continua. Law lascia il tetto portando con sé Zoro e Zeus. Killer e Kidd finiscono nel terzo piano, dove vengono intercettati da Hawkins. Killer rimane ad affrontarlo, mentre Kidd va a cercare Big Mom. Nel piano inferiore, Page One continua il suo inseguimento. Usopp prova a metterlo fuori gioco con i suoi pop green, senza successo. O-Tama vuole arrivare al palcoscenico, così da poter dare l’ultimo ordine ai gifters sottomessi e concludere il suo compito. Nonostante la bambina sia molto risoluta, non può fare almeno di tremare. All’improvviso, il gruppo incrocia Big Mom. L’imperatrice ricorda tutto quello che le è accaduto nel periodo di amnesia, comportandosi gentilmente con O-Tama. Quando scopre quello che i pirati di Kaido hanno fatto al villaggio di Okobore, che l’aveva sfamata, va su tutte le furie, colpendo Page One con un pugno impregnato di haki del re conquistatore. Le sue azioni attirano l’attenzione di Kidd, mentre Zeus assiste alla scena.

Hera

L’aspetto di Hera non ci è stato ancora mostrato del tutto ma sembra essere fatta completamente di elettricità. Abbiamo avuto prova del suo potere, che non ha nulla da invidiare a quello di Zeus. Il nome dell’homie richiama ancora una volta la mitologia greca. Hera nel mito è sorella e moglie di Zeus, la dea del matrimonio e della maternità. Questo potrebbe darci un indizio sulla sua personalità. Se è vero che ogni homyes creato con l’anima di Big Mom ne rispecchia un lato caratteriale, o quantomeno ne ha uno preponderante, Hera potrebbe rispecchiare il lato materno dell’imperatrice. Sarà interessante scoprire come interagirà con Zeus, e come reagirà quest’ultimo una volta che capirà di essere stato rimpiazzato. Nel mito, Zeus tradiva sua moglie Hera con giovani donne, attirando l’ira della moglie sulle fanciulle sedotte. Che Oda abbia intenzione di riproporre una dinamica simile con il triangolo Hera-Zeus-Nami?

Fatalismo contro Materialismo

Un uomo totalmente arreso al destino, le cui decisioni sono scelte in base alle previsioni fatte dalle carte e un uomo che non crede nella predestinazione, le cui azioni sono dettate dalla propria razionalità. Due uomini con ideali opposti si affrontano in quel del terzo piano del castello di Onigashima. Hawkins ha la fortuna dalla sua, una probabilità di vittoria schiacciante, Killer la fede nelle sue capacità. Proprio per questo motivo uno scontro tra i due è prima di tutto uno scontro ideologico carico di significato. E se vogliamo spingerci più in là, un’ipotetica vittoria di Killer, non farebbe altro che demolire il castello di carte che sorregge le convinzioni di Hawkins. Per lui sarebbe una grandissima batosta che potrebbe scuoterlo dal profondo, portandolo a rivalutare tutto il suo percorso. A questo punto, la vittoria di Killer sarebbe una liberazione per il Mago, che potrebbe portare Hawkins a prendere delle decisioni autonome, andando contro le sue stesse previsioni. La massima trasgressione del suo ideale, in questo caso, sarebbe andare contro Kaido, affrontando la morte e la probabilità avversa. Chissà se Oda ci mostrerà l’evoluzione di questo personaggio in questo arco narrativo.

Il codice d’onore dei pirati

One Piece Chapter 1011 Big Mom O-Tama Page One

Ed eccoci arrivati al punto più spinoso del capitolo. Vediamo una Big Mom “materna“, che nei confronti di O-Tama si comporta in modo gentile. Questo lato di Big Mom non è nuovo e fa pienamente parte della sua caratterizzazione. Non è una donna totalmente insensibile, soprattutto nei confronti di quelle persone che hanno fatto di tutto per aiutarla; il flashback ne è una prova. E il venire a sapere che qualcuno che la gente del villaggio di Okobore, che tanto era stata gentile con lei, è stata trattata in quel modo, la manda su tutte le furie. Essendo una piratessa navigata, Linlin riconosce che, per quanto i pirati siano persone violente, hanno comunque un codice d’onore, lo stesso citato da Jinbe a Drake. Questa visione è molto simile a quella mafiosa, che si fa portatrice di valori “nobili” come la famiglia e l’onore. Ma al tempo stesso Linlin è una bambina. La sua esplosione d’ira è dovuta al fatto che la violazione del codice è stata perpetrata nei confronti di qualcuno a lei vicino. Se le vittime fossero state degli estranei, Big Mom non ne sarebbe stata minimamente toccata. Non sappiamo adesso fin dove si spingerà Big Mom, ha pur sempre Kidd alle calcagna e dei conti in sospeso con vari membri dell’alleanza. Un suo tradimento nei confronti di Kaido, in questo momento non sembra una buona idea.

One Piece (ワンピース) è un manga scritto e disegnato da Eiichiro Oda che dal 19 luglio 1997 compare settimanalmente sulla rivista giapponese Weekly Shonen Jump. L’edizione italiana è curata dalla Star Comics, che ha cominciato a pubblicarlo nel nostro paese dal 1^ luglio 2001. Dal 20 ottobre del 1999, il manga è stato adattato in una serie televisiva anime, prodotta dalla Toei Animation e trasmessa ancora oggi in Giappone su Fuji Tv, l’edizione italiana è edita da Merak Film ed è andata in onda su Italia 1 dal 5 novembre 2001 per poi continuare su Italia 2 nel 2012; inizialmente intitolata “All’arrembaggio!”, la serie ha avuto diversi cambi di denominazione nel corso delle stagioni, fino ad assestarsi sull’originale One Piece.

 

Continuate a seguirci per rimanere informati su tutte le novità!


CATEGORIES

COMMENTS

Wordpress (0)