One Piece: Torre (Analisi capitolo 1029)

Il 1029 è stato un capitolo interessante e ricco di spunti, con alcune tavole davvero ben disegnate. Lo scontro tra Killer e Hawkins è giunto al termine portando con sé più spunti di quanti inizialmente si poteva pensare, diventando uno dei migliori scontri secondari dell’intera saga.

Riassunto

Il capitolo si apre esattamente dove si era chiuso il precedente. Tutti sono sorpresi dalle capacità di Sanji, ma il cuoco di contro è molto intimorito per via delle conseguenze che il risveglio della modifica potrebbe portare. Decide quindi di scappare per pensare al da farsi, lasciandosi alle spalle i nemici. Queen corre all’inseguimento deciso più che mai a fargli indossare la tuta del germa così da vedere in prima persona fin dove il suo vecchio collega è riuscito a spingersi. La scena si sposta da Kidd e Law. le due supernove sono in grande difficoltà contro l’imperatrice, soprattutto Kidd, che risente dei colpi subiti da Hawkins, infatti, il mago sta sbattendo ripetutamente la testa. Killer lo implora di fermarsi, Hawkins gli rinfaccia la sua temerarietà colpendolo ripetutamente con dei calci. In quel momento Killer trova la strategia vincente e mozza il braccio di Hawkins. Kidd non ha un braccio, quindi il danno viene inflitto direttamente a Hawkins. Il mago attacca con il pupazzo di paglia ma Killer lo sconfigge, mettendo fine al combattimento.

Sanji capolavoro di Sora

MANGA ONE PIECE CHAPTER 1029 ! / Colors in Anime Style: OnePiece

In questo momento Sanji sta passando un momento molto difficile. Il cuoco teme di diventare un mostro freddo come il resto dei suoi fratelli, trasformandosi nel più grande successo di Judge. La verità è che questa paura per noi lettori non è concreta, Sanji non potrebbe mai diventare una fredda macchina, in primis perché lui è il frutto del sacrificio di Sora (infatti, le droghe da lei ingerite durante la gravidanza hanno avuto l’effetto sperato) e degli insegnamenti di Zeff (che sin da piccolo lo ha forgiato e ispirato, facendolo diventare l’uomo che è adesso), in secundis perché siamo pur sempre in uno shonen e uno dei personaggi protagonisti facente parte dei buoni, non potrebbe diventare insensibile e spietato in modo definitivo. In questo momento però Sanji ha bisogno di tempo per rielaborare il tutto, la velocità con cui la mutazione sta avvenendo non gli consente di pensare lucidamente. Per poter battere Queen, il cuoco deve prima confrontarsi con se stesso e realizzare chi è veramente. Non sappiamo ancora se riuscirà a uscirne da solo o se sarà supportato dai suoi compagni, quello che sappiamo è che quando arriverà quel momento per Queen sarà finita.

Ultima pescata

MANGA ONE PIECE CHAPTER 1029 ! / Colors in Anime Style: OnePiece

Per la prima volta vediamo Hawkins, colui che rimase imperturbabile davanti a uno del calibro di Kizaru, cadere nel panico. Ebbene si, il mago è stato abbandonato dalla buona sorte e la sua ultima pescata ha sentenziato la sua sconfitta. Ma Hawkins non doveva conoscere la debolezza del suo stesso frutto e trovare un modo per difendersi in caso di contrattacco? Andiamo per gradi e cerchiamo di capire il perché non lo ha fatto. Hawkins ci è stato presentato come un personaggio incapace di prendere una scelta senza prima aver controllato le sue carte. La fede che dimostra di avere nelle sue predizioni è totalmente cieca, tanto da non scappare di fronte a un ammiraglio, certo del fatto che questi non lo avrebbe ucciso o catturato. Per lo stesso motivo ha preferito unirsi a Kaido piuttosto che provare a fuggire o a combatterlo. Hawkins è dominato nelle sue scelte dal fato che ordina le carte del suo mazzo secondo la sua volontà. Per questo motivo, una volta essersi assicurato che le sue probabilità di vittoria fossero quasi del tutto certe, non ha più pensato a cosa sarebbe potuto accadere. Ma il fato in One Piece è una forza attiva che opera seguendo un certo corso che non può essere fermato in nessun modo. La carta della torre, l’ultima pescata di Hawkins, sancisce la sconfitta di quest’ultimo in maniera inevitabile. La carta simboleggia la superbia (in questo caso la presunzione di avere la vittoria in tasca ostentata da Hawkins), che viene punita con il castigo, richiamando il mito della Torre di Babele. Secondo il racconto, degli architetti si riunirono per costruire una torre di proporzioni gigantesche che arrivasse fino al cielo. Dio, però, punì la loro superbia facendo in modo che i lavoratori parlassero lingue diverse così che non potessero più capirsi a vicenda. Nella lettura dei tarocchi questa carta preannuncia a chi la consulta che sta per arrivare un evento in grado di scombussolare la sua esistenza. L’evento in questione non è altro che  la sconfitta degli imperatori, con il conseguente crollo definitivo dell’equilibrio mondiale.

Nonostante lo scontro sia visivamente e tematicamente parlando molto ben realizzato, dal punto di vista logico lascia dei dubbi sul funzionamento del frutto di Hawkins che sembra essere stato modificato in corso d’opera. Prima di questo scontro abbiamo sempre visto come Hawkins perdesse con ogni colpo una bambola trasferendo quindi un solo danno per bambola. In questo scontro però riesce a trasferire a Kidd tutti i colpi, mortali e non, diretti al suo corpo. Inoltre, come visto nello scontro con Zoro a inizio Wano, tutti i colpi diretti al pupazzone di paglia creato dalla spada venivano trasferiti al corpo principale di Hawkins, cosa che con la decapitazione del pupazzo non accade. Insomma, rimangono dei dubbi sul vero funzionamento del frutto Wara Wara che difficilmente potranno essere spiegati più avanti.

 

One Piece (ワンピース) è un manga scritto e disegnato da Eiichiro Oda che dal 19 luglio 1997 compare settimanalmente sulla rivista giapponese Weekly Shonen Jump. L’edizione italiana è curata dalla Star Comics, che ha cominciato a pubblicarlo nel nostro paese dal 1^ luglio 2001. Dal 20 ottobre del 1999, il manga è stato adattato in una serie televisiva anime, prodotta dalla Toei Animation e trasmessa ancora oggi in Giappone su Fuji Tv, l’edizione italiana è edita da Merak Film ed è andata in onda su Italia 1 dal 5 novembre 2001 per poi continuare su Italia 2 nel 2012; inizialmente intitolata “All’arrembaggio!”, la serie ha avuto diversi cambi di denominazione nel corso delle stagioni, fino ad assestarsi sull’originale One Piece.

 

Continuate a seguirci per rimanere informati su tutte le novità!


CATEGORIES

COMMENTS

Wordpress (0)