One Piece: I nuovi imperatori (Analisi capitolo 1053)

A partire da questo capitolo, inizia la lunga pausa di un mese che servirà ad Oda e al suo staff per preparare la saga finale (che ricordiamo essere un insieme di archi narrativi come ad esempio la Saga dei 4 Imperatori che contiene al suo interno gli archi di Zou, WCI, Reverie e Wano). Oda però non ci ha lasciato a bocca asciutta, infatti, sebbene in questo capitolo non ci siano chissà quali plot twist o rivelazioni sulla macro-trama, il 1053 offre diversi spunti di riflessione.

Riassunto

Il capitolo si apre con gli Astri di Saggezza che rimproverano ai loro sottoposti di non aver seguito gli ordini dati. I marines rispondono di  non aver ricevuto alcun ordine in merito e che hanno utilizzato la foto scattata da Mr. Guernica per il manifesto di taglia. Tramite Morgans scopriamo che la nave del CP0 che doveva comunicare gli ordini è stata attaccata dalla ciurma di Big Mom. Il pennuto non ha intenzione di lasciare che delle notizie così piccanti vengano insabbiate ed è eccitato dal volgere degli eventi in tutto il mondo. Scopriamo tramite il giornale che Law, Luffy e Kid hanno ricevuto una taglia di 3 miliardi a testa. Nel frattempo nella capitale in fiore la festa continua. Solo Robin non sta festeggiando, poiché si trova nella stanza delle bambole kokeshi che, a detta di Brook, contiene un poneglyph blu. Qui incontra Hitetsu che le rivela di essere Sukiyaki, padre di Oden ed ex shogun di Wano. Robin, per nulla interessata alla storia del vecchio, chiede al Kozuki di Pluton dato che, secondo quanto riportato dal poneglyph di Alabasta, si trova da qualche parte a Wano. Nel frattempo, ad Udon, Aramaki sconfigge ciò che rimane delle truppe di Kaido, per poi dirigersi verso la capitale deciso a catturare Cappello di Paglia. Durante i festeggiamenti, Kid raggiunge Luffy con l’intento di affrontarlo, rivelandogli di essere stato nominato imperatore insieme a Buggy. Il capitano, però, finisce per venire trascinato nei festeggiamenti. Il capitolo si chiude mostrandoci le foto dei nuovi 4 imperatori con Aramaki che lentamente si avvicina sempre di più alla capitale.

Le nuove taglie

One Piece Chapter 1053 Page 19

Ed eccoci con uno dei punti caldi del capitolo: le nuove taglie. Tutti e tre i capitani, come riportato nel giornale, hanno unito le forze e abbattuto i due imperatori. Risulta dunque coerente assegnare ai tre la medesima taglia in modo che la somma superi quella delle taglie di Kaido e Big Mom. I due avevano una taglia totale di 8.999.100.000 berry mentre i tre capitani hanno una taglia di 9 miliardi. La cosa fa comunque storcere il naso, dato che Luffy è riuscito a risvegliare il frutto temuto dal governo ed è diventato un imperatore, quindi dovrebbe essere ben più pericoloso di Kid e Law. Probabilmente il governo non vuole mettere Luffy al centro dell‘attenzione e quindi queste taglie sarebbero una mossa organizzata per non far emergere troppo Joy Boy. Seguendo questo ragionamento, gli astri avrebbero dovuto rimuovere la D dal manifesto e avrebbero dovuto mettere una foto che non fosse quella di Nika. Ma, per puro caso, questi ordini non sono mai arrivati alla marina poiché la nave del CP0 è stata attaccata dalla nave di Big Mom. Tutta questa dinamica appare un po’ ridicola poiché non solo gli astri hanno deciso di rimuovere la D solo adesso (cosa di per sé assurda dato che conoscono benissimo cosa significhi portare quella lettera nel nome), ma non sono neanche riusciti a sistemare la questione “Morgans“. In passato possedevano il totale controllo della stampa ma ad un certo punto, Morgans si è ribellato a loro decidendo da solo cosa pubblicare e rifiutandosi di insabbiare le notizie più piccanti. Cosa hanno fatto i vecchiacci in risposta? Hanno mandato un agente, che è stato pestato da Morgans, per poi fermarsi. Ma mandare un agente più potente come Lucci? Ma continuare a braccarlo? Sembra che quella che è la più alta carica del governo non abbia la forza per imporsi come dovrebbe. Ma la ciliegina sulla torta sono i pirati di Big Mom. Dopo essere caduti per ben due volte dalla stessa cascata eccoli che appaiono proprio davanti al convoglio della CP0 impedendogli di riferire gli ordini sulla rimozione della D e sulla foto del manifesto. Che tempismo perfetto questi pirati!

La donna, il tengu e… l’arma ancestrale

Per circa 20 anni abbiamo ritenuta vera un’informazione in realtà fallace. Come scopriamo in questo capitolo, Pluton è ubicata a Wano e non sepolta a Sandy come pensava Crocodile. Appurato che le informazioni in mano a Crocodile siano errate, e considerato che ciò rende il manga più “realistico” in quanto ogni personaggio ha delle informazioni che non sempre risultano vere; bisogna però discutere di quanto tale modo di scrivere una storia sia effettivamente valido. Se uno scrittore non fa altro che disseminare informazioni false nella sua opera per poi smentirle, si crea una grande confusione all’interno della storia. Come dovremmo da ora in poi valutare tutte le informazioni sulla macro-trama ricevute da personaggi che non hanno mai letto un poneglyph? Ad esempio, tramite Tamago siamo venuti a conoscenza del numero esatto di poneglyph e della loro esatta suddivisione. Ma chi ci dice che le informazioni in mano a Tamago siano corrette? Come faceva lui a sapere che esistono 9 poneglyph storici e 17 direzionali se nessuno di loro li ha mai letti tutti? Capite quanto sia problematico scrivere una storia in questo modo? Spero che Oda non ricorri mai più a mezzi del genere in futuro. Parlando di Sukiyaki, gli indizi che lui e Tenguyama siano la stessa persona erano presenti nella storia. Nel castello di Orochi, Brook aveva trovato una stanza piena di bambole kokeshi e Tenguyama alla sua presentazione era stato presentato come un collezionista di tali bambole. Inoltre, nell’anime i due personaggi hanno il medesimo doppiatore. Questa rivelazione fa però comunque storcere il naso. Perché Orochi, il quale voleva sterminare completamente il clan Kozuki, ha lasciato in vita Sukiyaki imprigionandolo? Forse Kaido voleva usarlo per leggere i poneglyph? Se così fosse un dialogo in merito sarebbe stato molto gradito. Per concludere, dato che Hitetsu si era presentato come un discendente del leggendario forgiatore di spade maledette Kitetsu e dato che Hitetsu è in realtà Kozuki Sukiyaki, anche quel leggendario forgiatore apparteneva al clan Kozuki.

Forza della natura

One Piece Chapter 1053 Page 20

La presentazione del personaggio di Aramaki è totalmente in linea con gli altri ammiragli, infatti, anche lui alla sua presentazione ha gli occhi coperti e come gli altri colleghi possiede l’aspetto di un attore giapponese: Yoshio Harada. Ad Udon fa sfoggio del suo potere sconfiggendo con facilità sia King che Queen, risucchiando la loro energia vitale. Al suo fianco sembra portare una Kokuto (spada nera) ad indicare la sua maestria nell’arte della spada (ammesso sia stato lui ad annerirla e non l’abbia ricevuta già in tale stato come successo per Zoro e la Shusui). Il suo obiettivo è chiaro: catturare Luffy. Per quanto possa essere forte non dovrebbe, però, essere in grado di sconfiggere i migliori guerrieri dell’alleanza contemporaneamente, dunque è più probabile pensare che l’ammiraglio abbia in mente un piano per catturare Cappello di Paglia. Del resto, il frutto che possiede offre potenzialmente una vastissima gamma di poteri molto utili in situazioni del genere.

I nuovi imperatori

One Piece Chapter 1053 Page 21

Come detto in precedenza, con la fine di Wano termina anche la Saga dei 4 Imperatori e quale modo migliore di terminarla se non nominando la nuova formazione? Shanks, Teach, Luffy e Buggy sono i nuovi signori del mare e, sebbene la scelta di Buggy sia stata largamente criticata all’interno del fandom, bisogna sottolineare che nessun altro personaggio poteva essere una scelta migliore. Il titolo di imperatore non è solamente legato alla forza di un individuo ma piuttosto alla sua influenza politica, economica e militare nel nuovo mondo. Kid e Law, oltre a non possedere territori hanno delle ciurme che contano una manciata di membri e non hanno delle flotte, a differenza di Luffy e Buggy. Abbiamo visto come il clown abbia creato nel corso dei 2 anni di salto temporale un organizzazione mercenaria, la Buggy’s Delivery, la quale in cambio di soldi offre assistenza militare inviando potenti pirati in tutto il globo. Ciò ha permesso a Buggy di estendere la sua influenza su gran parte del mondo. Tra l’altro, dopo i fatti di Dressrosa, la Buggy’s Delivery ha assorbito tutto il giro d’affari di Doflamingo (che ricordiamo, teneva a freno tutti i mostri del nuovo mondo). Come se non bastasse, ricordiamo che agli occhi del mondo il clown: è responsabile dell’evasione di massa da Impel Down; è un ex membro della ciurma del re dei pirati; è stato riconosciuto come un nemico pericoloso perfino da un pirata del calibro di Barbabianca, il quale ha preferito stringere un’alleanza con lui nel corso della guerra di Marineford piuttosto che affrontarlo. Insomma, non c’era alcuna alternativa più coerente di lui. Un’altra cosa interessante da notare è che il fulcro di questa nuova informazione pare proprio essere Shanks, in quanto tutti questi pirati gli sono strettamente connessi.

About

One Piece Unity è una community italiana a tema One Piece. Nata su Telegram e sbarcata in seguito anche su Instagram, pubblica contenuti giornalieri sul mondo fumettistico creato da Eiichiro Oda. Inoltre, OPU vanta anche un team di traduzione, che si occupa di portare sia settimanalmente il capitolo di One Piece in italiano che prodotti paralleli come gli spin–off e la versione a colori del manga, senza alcun scopo di lucro.
Link utili: Canale Telegram – Pagina Instagram

One Piece (ワンピース) è un manga scritto e disegnato da Eiichiro Oda che dal 19 luglio 1997 compare settimanalmente sulla rivista giapponese Weekly Shonen Jump. L’edizione italiana è curata dalla Star Comics, che ha cominciato a pubblicarlo nel nostro paese dal 1^ luglio 2001. Dal 20 ottobre del 1999, il manga è stato adattato in una serie televisiva anime, prodotta dalla Toei Animation e trasmessa ancora oggi in Giappone su Fuji Tv, l’edizione italiana è edita da Merak Film ed è andata in onda su Italia 1 dal 5 novembre 2001 per poi continuare su Italia 2 nel 2012; inizialmente intitolata “All’arrembaggio!”, la serie ha avuto diversi cambi di denominazione nel corso delle stagioni, fino ad assestarsi sull’originale One Piece.

 

Continuate a seguirci per rimanere informati su tutte le novità!


CATEGORIES

COMMENTS

Wordpress (0)